Se vuoi costruire una serra bioclimatica e stai cercando le normative per la regione Lombardia sei nel posto giusto.

La serra bioclimatica è una opera architettonica a tutti gli effetti e per questo deve rispettare delle normative tecniche che possono variare da località a località.

Serra bioclimatica: normativa Lombardia

Ora cercherò di riassumere in breve quello che è la normativa in Lombardia per quanto riguarda la serra bioclimatica.

Serra bioclimatica normativa lombardia

L’articolo 1 della legge regionale 21 dicembre 2004 n. 39, prevede che le disposizioni prevalgono sui regolamenti e sulle altre norme comunali e trovano recepimento nei regolamenti comunali stessi entro un anno dall’entrata in vigore della presente legge.

L’articolo 4: “miglioramento termico degli edifici”, al comma 4 prevede che le serre bioclimatiche e le logge addossate o integrate all’edificio, opportunamente chiuse e trasformate per essere utilizzate come serre per lo sfruttamento dell’energia solare passiva, sono considerate volumi tecnici e quindi non computabili ai fini volumetrici a condizione che siano progettate in modo da integrarsi nell’organismo edilizio nuovo o esistente e che dimostrino, attraverso i necessari calcoli energetici, la loro funzione di riduzione dei consumi di combustibile fossile per riscaldamento invernale, attraverso lo sfruttamento passivo e attivo dell’energia solare o la funzione di spazio intermedio”.

L’articolo 4.3: È facoltà dei comuni, nell’ambito delle proprie prerogative e in sede di revisione dei regolamenti edilizi in applicazione della presente legge, deliberare il rispetto di limiti superiori alle dispersioni di calore dei singoli componenti degli involucri edilizi, sia per gli edifici di nuova costruzione e ristrutturazione totale, sia nei casi di ristrutturazione parziale, articolando eventualmente tali limiti secondo le diverse tipologie edilizie e destinazioni d’uso”

Tuttavia i criteri previsti da questa legge non erano precisi ed ora la Deliberazione X/1216 precisa meglio quando le serre ioclimatiche non faranno volumetria.

Ricapitolando, perché le serre bioclimatiche vengano considerate dei volumi tecnici dovranno rispettare i seguenti criteri:

  • la superficie netta della serra deve essere inferiore o uguale al 15% della superficie utile abitativa di ciascun subalterno a cui è collegata. E’ possibile comunque eccedere di questa superficie solo se questo limite è consentito dallo strumento urbanistico locale, fatto salvo un versamento per la sola parte eccedente degli oneri di urbanizzazione e dei contributi previsti dalle norme edilizie vigenti
  • la costruzione della serra bioclimatica deve contribuire a ridurre di almeno il 10% il fabbisogno di energia primaria per la climatizzazione invernale o il riscaldamento di ciascun subalterno a cui è collegata (Questi valori devono essere documentati e dimostrati attraverso calcoli energetici). Questa riduzione invece non è richiesta se la realizzazione della serra solare viene costruita per un intervento di ristrutturazione edilizia che coinvolge più del 25% della superficie disperdente dell’intero edificio a cui è addossata o integrata e siano rispettati i requisiti di cui al punto 7 della dgr 8745/2008
  • la serra bioclimatica abitabile deve avere dei dispositivi mobili e rimovibili o delle opportune schermature con aperture per evitarne il surriscaldamento estivo del locale
  • la serra non deve avere nessun impianto di riscaldamento e raffrescamento
  • la superficie disperdente della serra solare deve essere costituita per almeno il 50% da elementi trasparenti

>> Delibera Lombardia X:1216 del 2014

Se quindi hai bisogno di maggiori informazioni sulla serra bioclimatica e la normativa vigente per la Regione Lombardia contattaci senza impegno dal form qui sotto e verrai richiamato da un nostro tecnico specializzato!

 

Contattaci per maggiori informazioni